Haarlem

SpaziOso
BARZELLETTE
LIBRI
VIDEO MUSICA
FOTO DIGITALI

FOTO DIVERTENTI


CURIOSITA'
POKER
RICETTE
SARDEGNA
ZAGABRIA
BELGRADO
SARAGOZZA
LAGHI ALPINI
MADRID
BERNINA EXPRESS
TURCHIA
BUDAPEST
BOAVISTA
AMSTERDAM
Canali
Haarlem
SUDAFRICA
NAPOLI E DINTORNI
ISOLA DI MAFIA
VALENCIA
COSTA AZZURRA
ORTONA
NAMIBIA
OMAN e DUBAI
TIBET e CINA
ISOLE EOLIE
PRAGA
CAMBOGIA
SIVIGLIA
CRACOVIA
NEW YORK
MAROCCO
COPENAGHEN
SAN PIETROBURGO
ALBANIA
SANTORINI
RIGA
ZANZIBAR
ALTRI

Il terzo giorno si è deciso di fare una gita a Haarlem che dista circa 15 km dal centro città. Prendere il treno dalla Stazione Centrale doveva essere il modo più semplice, ma causa la linea ferroviaria interrotta per i lavori e a noi non erano chiare le spiegazioni fornite esclusivamente in olandese ci hanno creato un po' di difficoltà. Alla fine si è rivelato tutto molto semplice e ad Haarlem siamo arrivati con il pullman sostitutivo.

La stazione ferroviaria in stile art dèco era bellissima. La piazza principale era semi deserta, forse perché era la domenica. Città vecchia ha conservato molto bene la sua aria seicentesca. Camminando per le vie di Haarlem abbiamo trovato tante gallerie d'arte aperte in una zona piena di fiori. Volevamo vedere i hofjes e ci siamo recati a Proveniershuis che una volta era ex quartiere generale delle Guardie Civiche di San Giorgio. Gli hofjes sono i cortili fioriti circondati di villette che nel caso di hofjes visitato sono state trasformate in atelier e sul prato erano presenti numerosi artisti che ritiravano i premi per le loro opere. Il tema sul quale si sono sbizzarriti gli artisti era la luce. Nomino solo due opere molto particolari; una bici con diversi tipi di lampadari addosso e un signore pelato con un piccolo lampadario in testa. Non avevo coraggio di fargli la foto, ma credetemi, era una visione molto artistica.

La stazione ferroviaria della città di Haarlem La catedrale nel centro di Haarlem Gli artisti durante la premiazione in un cortile medioevale Mostra di un artista senegalese in un apartamento

Dopo due ore di visita di Haarlem, considerando che era quasi tutto chiuso, abbiamo preso il pullman davanti alla stazione ferroviaria (c'è anche il treno) per Zandvoort. Ci dispiaceva non vedere il Mare del Nord al quale eravamo così vicini (5 km). Zandvoort è una località balneare, famosa per il Gran Premio di Formula Uno che si svolgeva là fino al 1985. La spiaggia di sabbia non è particolarmente bella, era coperta con una densa schiuma che vibrava sotto le raffiche di vento. Nonostante anche il mare di color marrone e freddo penetrante il posto era carico di energia buona. Si stava bene in riva al mare respirando l'aria marina e guardando i numerosi surfisti che volavano davanti a nostri occhi.

Un negozzio Ferrari in centro di Zandvoort Una delle spiagge di Zandvoort Il Mare del Nord trasmette delle buone radiazioni Vento e sole ci hanno accompagnati per tutta la giornata

La nostra gita fuori Amsterdam è stata molto bella, ma la prossima volta voglio vedere anche i campi di tulipani che questa volta non siamo riusciti a visitare. Ho visitato il mercato dei fiori e ho visto i tulipani in ogni angolo delle strade. Siccome mi piacciono tanto, ma anche la città stessa, devo assolutamente tornare in Olanda.

AMSTERDAM