Safari Kruger

SpaziOso
BARZELLETTE
LIBRI
VIDEO MUSICA
FOTO DIGITALI

FOTO DIVERTENTI


CURIOSITA'
POKER
RICETTE
SARDEGNA
ZAGABRIA
BELGRADO
SARAGOZZA
LAGHI ALPINI
MADRID
BERNINA EXPRESS
TURCHIA
BUDAPEST
BOAVISTA
AMSTERDAM
SUDAFRICA
Johannesburg
Soweto
Blyde River Canyon
Kruger
Night drive
Passeggiata
Safari
Video safari
Maputo
Swaziland
Cape Town
Buona Speranza
NAPOLI E DINTORNI
ISOLA DI MAFIA
VALENCIA
COSTA AZZURRA
ORTONA
NAMIBIA
OMAN e DUBAI
TIBET e CINA
ISOLE EOLIE
PRAGA
CAMBOGIA
SIVIGLIA
CRACOVIA
NEW YORK
MAROCCO
COPENAGHEN
SAN PIETROBURGO
ALBANIA
SANTORINI
RIGA
ZANZIBAR
ALTRI

Il secondo giorno a Kruger, visto che di mattina abbiamo fatto la passeggiata, ci è rimasto solo il pomeriggio per darsi alla scoperta dei segreti nascosti nel parco e pertanto abbiamo esplorato la zona attorno al nostro campo prendendo una strada sterrata che affiancava il fiume. Il bottino, intendo gli animali che non abbiamo visto fino a quel momento, di quel pomeriggio era un cocodrillo e qualche ippopotamo, insieme ai numerosi elefanti e giraffe e altri animali già visti in precedenza. In effetti, dei Big Five, l'elefante è l'animale che a Kruger proprio non manca e si ha una certezza matematica di vederlo spesso.

Cocodrillo sulla sponda del fiume Due ippopotami pascolano Elefante con il suo cucciolo Gruppo di elefanti vicino al fiume

Uccello buffo con la faccia cattivella Giraffa si nasconde dietro un albero Avvoltoi in attesa della cena Waterbok è una delle tante variazioni delle antilopi

Terzo giorno

Il terzo giorno del nostro safari ci siamo diretti verso nord, passando accanto campo Letaba e arrivando fino a Mopani dove ci siamo fermati per pranzo. A Kruger non è permesso uscire dalla macchina tranne nei pochi posti dedicati, uno dei quali era un ponte dove fermando si nella zona centrale si rischiava poco di avere qualche incontro ravvicinato con gli animali pericolosi. Abbiamo finito il pranzo verso le 14:30 e per arrivare in tempo nel nostro campo dovevamo andare dritti, senza molte soste, ma ad un certo punto abbiamo trovato una ventina di macchine parcheggiate su entrambi i lati della strada. La conclusione era semplice: c'era qualcosa di importante. Su un lato della strada c'era un'antilope morta appesa sul ramo di un albero e dall'altra parte c'era un leopardo, nascosto tra i cespugli; si vedeva soltanto la coda. Abbiamo aspettato una mezz'oretta sperando che uscisse all'aperto, ma era troppo impaurito dalla presenza di tanti spettatori.

Una safari pausa in sicurezza su un ponte Due giraffe attraversano la strada Un grande elefante a pocchi passi da noi Buffalo, uno dei Big Five, in ombra di un cespuglio

Le zebre non mi piacciono perché tifo Milan Un'antilope appesa su un ramo, uccisa da un leopardo Un uccello molto colorato Secondo me, il gnu è l'animale più brutto dell'Africa

Ultimo giorno

L'ultimo giorno della nostra permanenza a Kruger. Ci dirigiamo verso sud per raggiungere l'uscita Crocodile Bridge che ci porterà verso Mozambico. Sono circa 200 km da percorrere con la velocità limitata e il safari così continua anche oggi. Dei Big Five ci mancano entrambi i fellini; il leone ed il leopardo. E siamo fortunati! Quattro macchine sul bordo della strada, ci fermiamo e chiediamo cosa c'è. Un leopardo! Riusciamo a vederlo subito; riposa nell'ombra di una collinetta, ma è parecchio lontano, una settantina di metri. Lo zoom ottico della mia digitale non è sufficientemente potente per riprenderlo da vicino e così devo rincorrere allo zoom digitale. E così riesco a completare la mia collezione in quanto il leopardo è l'unico che non ho mai visto dal vivo nella natura. Lasciamo la strada principale per un attimo per vedere un grande baobab. Ci vorrebbero più di dieci persone per circondarlo, che spettacolo! Una sosta verso mezzogiorno in un autogrill che abbiamo trovato a Kruger. Si possono mangiare anche le carni della selvaggina locale, probabilmente dall'allevamento, non cacciata; prendo le salsicce di Kudu, buone.

Una coppia di giraffe innamorate Ci vorrebbero una decina di persone per circondare questo grande baobab Il mio primo leopardo visto in natura Un leopardo che dorme nell'ombra, probabilmente dopo aver mangiato

Un uccello esotico Un ippopotamo con le tracce di molte battaglie che ha combattuto Una vita idilliaca accanto ad un laghetto Uno degli animali più buffi della savana è sicuramente il facocero

Video safari